facebook

Social Media Marketing Aziendale

Il social media marketing fa parte della quotidianità di quasi ogni persona. In tutto il mondo circa 2 miliardi di persone usano i social network, e per ogni società è importante trovare il proprio pubblico per avere la possibilità di offrire il prodotto giusto alle persone giuste.
Sui social gli utenti vanno per comunicare, ricevere consigli, trovare idee o divertirsi.
Curare i propri social diventa sempre più impegnativo e pertanto oneroso, ma pensare di assolvere a questa funzione senza scomodarsi troppo è un approccio che ti destina al fallimento: senza un conivolgimento emozionale non è possibile conquistare la fedeltà dei propri clienti.
Lo sostiene Peter Friedman, il primo guru dei social media che ha lavorato in Apple per dodici anni e poi ha fondato la sua società LiveWorld, che è attiva nel settore del “social content marketing” e da quasi 20 anni aiuta global brand (per citarne alcuni: Unilever, Walmart e American Express) ad approfondire i loro rapporti con i consumatori.
Analizziamo le strategie vincenti di Social Media Marketing Aziendale per non essere banali, per non sembrare impersonali e per far sentire ai clienti che sono speciali:
– Diverti il tuo pubblico
Utilizza video, meme, citazioni e immagini divertenti. Associa il tuo prodotto ad un’esperienza positiva. Non essere monotono e ripetitivo.
– Fai domande agli utenti.
Non deve esserci comunicazione a senso unico, coinvolgi, ascolta, rispondi, emoziona.
– Condividi i post dei clienti
Può essere il post relativo ad un acquisto, ma non solo puoi condividere un’emozione, un consiglio, una scoperta e dimostrare attenzione, interesse nei confronti della loro vita, riconoscenza per la loro scelta.
– Sii creativo e mai banale
Pensa all’utente come ad un ospite invitato alla tua festa (cit Friedman), essere noiosi non fa certo bene!
– Offri il tuo aiuto per la scelta migliore del tuo prodotto
Interagisci con il tuo potenziale cliente e consiglialo, fai nascere in lui la voglia di provare quello che tu stai offrendo come se il tuo prodotto sia stato pensato proprio per lui.
– Proponi un sistema di vendita rapido ed efficace
Evita troppi meccanismi nella fase di acquisto, proponi invece un’anteprima del prodotto e una procedura snella di acquisto: visto, piaciuto, preso, pagato!
– Condividi i post dei blogger della tua nicchia
Attrai l’attenzione del pubblico che si sposta solo apparentemente alla notizia e non al prodotto. Annoiare con troppa insistenza su ciò che si vende non è una strategia vincente.
– Mostra e condividi i processi del tuo lavoro
Per costruire una reputazione positiva sii disponibile (anche al confronto), amichevole e trasparente. Parla del tuo lavoro e dei processi produttivi, perchè il tuo prodotto è speciale? cosa ti differenzia dalla concorrenza? cosa puoi fare di più per la soddisfazione di chi è interessato a te e a cio che offri?
– Offri il tuo aiuto
Dai indicazioni e suggerimenti su come usare al meglio i prodotti. Se ad esempio vendi accessori per l’abbigliamento maschile, proponi delle foto con diversi outfit che suggeriscano il miglior abbinamento con il tuo prodotto.
Per finire tieni bene in mente che:
– le opinioni degli sconosciuti spesso sono molto prese in considerazione, non sottovalutare le recensioni sii sempre gentile e disponibile.
– siamo propensi ad acquistare un oggetto che ci viene suggerito anche se non conosciamo il nostro interlocutore.
– Strumenti utili e risorse:
– HootSuite: il primo della lista non a caso, per coloro che vogliono programmare l’attività su vari social e ascoltare la propria audience.
– Social Mention: analizza e monitora una o più parole menzionate sui social in tempo reale.
– Kobral: per analizzare velocemente i propri social in modo grafico anche in versione free.
– Klout: analizza il proprio livello di influenza sui social e viene installato anche come estensione del browser.
– Bit.ly: è un utilissimo e semplice strumento per chi si occupa della gestione dei social network, permette di analizzare il traffico in arrivo al proprio proveniente dai social.
– SEMrush Social Media Tool: Confronta il numero di follower, l’engagement e l’engagement rate sui principali social rispetto ai competitor.
– Buffer: analizza la condivisione dei contenuti nei principali social network.
– RivallQ: Analizza e misura il tuo livello social anche rispetto ai competitor.

Le attività:

  • Creazione di una nuova pagina o Profili.
  • Ottimizzazione grafica della page attuale.
  • Analisi degli obiettivi della pagina.
  • Creazione di un piano editoriale di pubblicazione.
  • Creazione di diverse tipologie di messaggi :
    • Persuasivi e comunicativi relativi al prodotto/servizi.
    • Di stimolo alla conversazione (engagement).
    • Di generazione traffico verso il sito.
  • Definizione di un budget per la sponsorizzazione dei post.
  • Creazione e gestione di offerte.
  • Analisi dei dati Insight per analizzare le caratteristiche demografiche dei fan (età, sesso, posizione geografica, preferenze ed altro).